Chi sono

Mi chiamo Guya e sono nata a Milano nel 1977: lo stesso anno del punk e del primo Star Wars.
Il mio primo amore è stata la Sociologia, che ho studiato all’Università degli Studi di Trento.Per questo quando ho cominciato a lavorare nella moda, nel 2006, ho sviluppato un mio approccio personale: da una parte, una visione costruttivamente critica al sistema, dall’altra, un appassionato interesse per le persone e per le relazioni.
Da allora, e con questa visione, mi occupo di ideare, gestire e coordinare progetti in questo settore.

Nel 2007 ho fondato ISOLA DELLA MODA, il primo hub milanese dedicato alle produzioni di moda indipendenti, nato per fornire e coordinare servizi e risorse per le microimprese.

Con IDM siamo stati fra i primi, in Italia, a parlare di moda critica, di sostenibilità e di consapevolezza nel consumo: intorno a questi temi nacque un network di decine di marchi, che con entusiasmo ho attivato e coordinato per diversi anni.
In questo periodo ho iniziato ad approfondire i temi della produzione e a fornire le prime consulenze.

Nel 2009 ho ideato e organizzato Dressed Up: a Critical Fashion Show, la prima sfilata indipendente di moda critica in Italia, che ha coinvolto nelle sue tre edizioni più di trenta brand/artigiani/stilisti/progetti.

Sempre nel 2009, sono stata invitata come relatrice al convegno ETHICAL FASHION organizzato dal Centro di ricerca Modacult dell’Università Cattolica del Sacro Cuore, dove ho raccontato la nostra esperienza.

Nel 2011 sono stata scelta per coordinare la fase di start-up di un giovane brand di haute-couture: qui mi sono dedicata principalmente allo sviluppo del prodotto e alla produzione. Questo mi ha permesso di affinare e acquisire competenze tecniche e gestionali ma anche di comprendere le dinamiche del sistema moda e la sua complessità.

Dal 2018 mi occupo di fornire consulenze mirate alle micro e piccole imprese che vogliono ripensare la propria struttura, il proprio prodotto, il proprio ciclo produttivo e la propria immagine.

Nel 2019, grazie alla collaborazione con il progetto DOS – Design Open’ Spaces, ho ideato e realizzato ISOLA CRITICAL LAB, un progetto espositivo dedicato alle micro imprese della moda durante la Milan Design Week.

Nel 2020 ancora ispirata dal desiderio di stimolare e facilitare  collaborazioni virtuose, ho fondato (insieme a Marina Savarese e Valeria Santarelli) SFASHION-NET, un network di designers, stilisti, artigiani e brand che si riconoscono nel nostro manifesto.
Nell’Aprile 2021 abbiamo ideato e realizzato W(E)AVE MAGAZINE, la prima rivista indipendente di moda slow italiana.